Il croato del faro

© Maria Luisa Bonacchi | MOSAIC

 

I veri guardiani dei 1300 fari di Croazia sono due signori che in realtà non sarebbero capaci di accenderne nemmeno uno. Si chiamano Ante Culic, e Neven Seric, general manager della Plovput (letteralmente tieni la rotta), la compagnia statale che gestisce il complesso sistema di luci per i naviganti. Appassionati di mare e di storia, hanno pensato di valorizzare un patrimonio immenso e intanto di far quadrare i conti. Come? Dando in affitto gli antichi fari di Istria e Dalmazia, dopo avervi ricavato dei confortevoli appartamenti: uno, al massimo due, per ogni faro.

 

 

Amore, mi si è rotto il jet!

© Maria Luisa Bonacchi | MOSAIC

 

La Borsa rotola, le banche soffrono e voi avete due possibilità: o vi disperate o cercate di prenderla in allegria. L’importante è non sentirsi frustrati e non rinunciare a ciò a cui si tiene.

È il compleanno di lei? Volete coccolarla senza che si accorga che non la portate a cena in jet privato alla Tour d’Argent come avete fatto l’anno scorso? Organizzate un tête-à-tête con spumantino gelato, tartine al cetriolo (le stesse che la regina Elisabetta offre ai suoi ospiti) e una rosa rosso fuoco.

Molte candele per l’atmosfera e un unico regalino superinfiocchettato: un prezioso microslip di velo. Minima spesa, massima resa.

 

 

Nolita

© Maria Luisa Bonacchi | MOSAIC

 

A Nolita (North of Little Italy), bisogna prendersela comoda”, dice Francesca Zara, stilista veneziana che da anni vive a New York. Nolita, villaggio snob di Manhattan, è la sua zona di elezione: casette di mattoni, scale antincendio, alta concentrazione di Grand Wagoneer, le vecchie Jeep dei film americani, e il più straordinario mix di vetrine: dalla polverosa Chapel di San Calogero, “eremita di Sciacca”, ai curatori cinesi; da Resurrection, vintage elegante per donna e uomo, a Hollywould, le calzature glamour di Holly Dunlap: ballerine con gioielli applicati, tacchi a stiletto scintillanti e vestiti fatali…

 

 

Le mie auto

© Maria Luisa Bonacchi | MOSAIC

 

Il Royal Automobile Museum di Amman non è un semplice museo: “È la storia del regno hashemita illustrata attraverso le auto dei sovrani: dalla Grande Rivolta Araba del 1916 a oggi”, spiega il direttore Raja Gargour.

Foto giganti di ottomani e mamelucchi, beduini e sceicchi montati a cammello, Lawrence d’Arabia e il generale Allenby, fanno da sfondo a un centinaio di rare vetture d’epoca: ecco la Mercedes-Benz 450 SEL del 1979, usata da Hussein II negli anni Ottanta per visitare le tribù beduine…

 

 

© Maria Luisa Bonacchi | MOSAIC

X

© 2014 MOSAIC

 

COPYRIGHT

All images, videos, texts on MOSAIC are:

Attribution - NonCommercial - No Derivs 4.0 International, more

Tutte le immagini, i video e i testi su MOSAIC sono:

Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale, di più

 

 

 

 

If you want to use one or more images, videos, texts please do get in touch with Mosaic, vgmosaic@gmail.com

Se vuoi usare una o più immagini, video, testi, contatta Mosaic, vgmosaic@gmail.com